URBINO – Microincisioni in mostra (Oratorio San Giovanni Battista)

“Il futuro signori miei più non sia soltanto accademica vetusta ripetizione” Microincisioni per Raffaello Urbino Oratorio San Giovanni Battista / Sala Salimbeni, via Barocci 31 4 febbraio 2020 / 31 marzo 2020 In occasione del quinto centenario Raffaellesco l’Accademia Internazionale dell’intaglio a bulino di Urbino, il Kaus Urbino e la Confraternita San Giovanni Battista di Urbino organizzano […]

“Il futuro signori miei più non sia soltanto accademica vetusta ripetizione”

Microincisioni per Raffaello

Urbino

Oratorio San Giovanni Battista / Sala Salimbeni, via Barocci 31

4 febbraio 2020 / 31 marzo 2020

In occasione del quinto centenario Raffaellesco l’Accademia Internazionale dell’intaglio a bulino di Urbino, il Kaus Urbino e la Confraternita San Giovanni Battista di Urbino organizzano una mostra di microincisioni, ispirate all’opera di Raffaello dal titolo “Il futuro signori miei più non sia soltanto accademica  vetusta ripetizione”

L’esposizione curata da Giuliano Santini, Bruno Cerboni Bajardi e Francesco Righi  è allestita, dal 4 febbraio al 31 marzo 2020, nella Sala Salimbeni dell’Oratorio di San Giovanni Battista in via Barocci 31 con ingresso libero.

La mostra comprende opere di Bruno Cerboni Bajardi, Gunnar Nehels e Sergio Pilosio: tre grandi maestri della microincisione  internazionale.

Ci sarà l’opportunità di vedere da vicino le stampe, le matrici e i disegni preparatori delle banconote con a tema Raffaello che negli anni i tre artisti hanno prodotto.

Bruno Cerboni Bajardi dal 2010 è membro, in qualità di maestro incisore, della IBDA (International Banknote Designers Association) ed è impegnato nell’insegnamento e nella diffusione dell’arte incisoria a bulino. Nel 2011 ha ideato e fondato ad Urbino, assieme all’associazione IBDA, la IEA (Intaglio Engraver Academy) di cui è stato direttore accademico. Dal 2019 dirige la BCB Academy che prosegue ed amplia le finalità e le attività della IEA.

Nello specifico presenta una incisione a bulino su rame raffigurante Enea e Anchise, ispirata all’incendio di Troia delle Stanze Vaticane; di questa saranno esposte la copia definitiva, numerose prove di stato e le matrici in rame. Il lavoro ebbe inizio nel 2010 durante il simposium “La continua fortuna di Raffaello tra gli incisori. L’intaglio dolce del bulino” promosso dal Kaus Urbino nel laboratorio del Giardino Pensile del Monastero S.Chiara di Urbino.

Una sua seconda incisione raffigura Raffaello e Marcantonio Raimondi, che immaginariamente a Urbino discutono intorno alla traduzione in incisione dei disegni del maestro Urbinate. Scena di fantasia, ma che raffigura un momento cruciale per la storia dell’incisione. Nel rapporto di lavoro con Raffaello, infatti il Raimondi sviluppa per la prima volta l’uso sistematico dei tagli e dei controtagli, integrandoli  con il punto, così da ottenere “cromatismi” attraverso le varie sfumature di grigio. Una tecnica di traduzione che poi nei secoli si è lentamente evoluta fino ai giorni nostri, in particolare nell’ambito dell’ incisione di banconote.

 

La terza incisione è ispirata alla “Deposizione Borghese” di Raffaello che Bajardi iniziò durante il simposium “La continua fortuna di Raffaello tra gli incisori.” promosso nel 2009 dal Kaus Urbino, nel laboratorio del Giardino Pensile del Monastero S.Chiara di Urbino, e infine viene mostrato un prezioso bozzetto del 1991 a matita per una immaginaria banconota dedicata a Raffaello Sanzio.

Sergio Pilosio dal 1992 al 2014 incise le banconote per le banche nazionali di India, Vietnam, Pakistan, Venezuela, Marocco, Iran e Brasile; nel 2014 ha inciso il ritratto di Eva Perón per la banconota da 100 pesos dell’Argentina:  biglietto premiato come migliore banconota dell’America Latina. Nel 1987 produsse il francobollo commemorativo della visita di  S.S. Giovanni Paolo II in Argentina.

In questa mostra presenta un autoritratto di Raffaello, inciso a bulino su rame.

Anche questa opera ebbe inizio nel 2010 durante il simposium “La continua fortuna di Raffaello tra gli incisori. L’intaglio dolce del bulino.

Gunnar Nehels nel 2015 e 2016 incise i ritratti sulle nuove banconote svedesi e partecipa a numerose mostre in diversi paesi europei.

Nel suo bulino, inciso su rame, inserisce vicino alla linea dell’orizzonte di una terra arida un particolare della Deposizione Borghese. Anche questa opera è stata incisa durante il simposium “La continua fortuna di Raffaello tra gli incisori. L’intaglio dolce del bulino” promosso nel 2010 dal Kaus Urbino nel laboratorio del Giardino Pensile del Monastero S.Chiara di Urbino.

La mostra è anche un occasione per far conoscere a un più vasto pubblico l’attività dell’Accademia Internazionale dell’intaglio a bulino di Urbino (BCB Academy ) che si occupa della produzione di incisioni per le carte valori e si impegna nella diffusione e nell’insegnamento dell’arte incisoria a bulino, uno strumento antichissimo che dalla fine del 1400 venne utilizzato nell’incisione di traduzione delle opere dipinte, in particolare nella cerchia di artisti e incisori legati all’ambito del grande pittore urbinate Raffaello Sanzio.

Questa prestigiosa arte è stata utilizzata e quindi preservata fino ai giorni nostri nell’industria delle carte valori mantenendo uno stretto legame con la nostra città.

Oggi, presso questa Accademia, Bruno Cerboni Bajardi, insieme agli ultimi Maestri incisori ancora attivi al mondo, insegna, integrandola alle nuove tecnologie di incisione digitale, la prestigiosa arte dell’intaglio antico a bulino che costituisce una imprescindibile base culturale teorica e pratica anche per l’incisore digitale.

La BCB Academy, come in un’antica bottega rinascimentale, sviluppa anche un ampio percorso di produzione artistica, didattica del disegno, dell’incisione, della pittura a olio, e della copia con particolare attenzione per il ritratto dal vero divenendo un eccellenza internazionale nel campo dell’artigianato artistico.

Accademia internazionale dell’intaglio a bulino – Urbino

Confraternita San Giovanni Battista

Kaus Urbino

 

Opere di

Bruno Cerboni Bajardi, Gunnar Nehels, Sergio Pilosio

 

Urbino

Oratorio San Giovanni Battista / Sala Salimbeni, via Barocci 31

4 febbraio 2020 / 31 marzo 2020

 

a cura di

Giuliano Santini, Bruno Cerboni Bajardi, Francesco Righi

 

Allestimento

Fernando Rusciadelli

 

Orario

10,00 – 13,00    15,00 – 18,00

domenica  10,00 – 13,00

Ingresso libero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *