Servizio gratuito per il trasporto dei disabilii
Ufficio Turistico Consorzio
"Spazi grafici" - Oratorio di San Giovanni Battista

SPAZI GRAFICI / SIMPOSIUM INTERNAZIONALE

dell’Accademia di Belle Arti Strzemiński di Łódź

Urbino

Oratorio di San Giovanni Battista

Sala Salimbeni, via Barocci 31

10 settembre – 10 novembre 2022

 

1/ ARCHITETTURA E PAESAGGIO NELLO SPAZIO

Opere dei Docenti dell’Accademia di Belle Arti Strzemiński di Łódź:

10 settembre / 10 ottobre 2022

2/ VERSO L’ALTO Guardando Giancarlo De Carlo

opere di Alicja Habisiak Matczak

10 settembre / 10 ottobre 2022

3 / FLASH DRAWING TOUR URBINO 2022

12 ottobre/ 10 novembre 2022

Promotori

Accademia di Belle Arti Strzemiński di Łódź

Confraternita di San Giovanni Battista

Kaus Urbino

a cura di

Alicja Habisiak Matczak

Giuliano Santini

Orario

10,00 – 13,00    15,00 – 18,00

domenica  10,00 – 13,00

Ingresso libero

 Inaugurazione

Sabato 10 settembre alle ore 17,30 nell’Oratorio di San Giovanni Battista

Prosegue l’attività espositiva nell’Oratorio di San Giovanni a Urbino, dedicata in questa stagione estiva alla grafica polacca contemporanea. Dopo il grande successo della mostra di Krzysztof Skórczewski, un maestro del bulino,  sabato 10 settembre alle ore 17,30 si inaugurerà negli spazi dello stesso Oratorio un ciclo di mostre dal titolo “SPAZI GRAFICI / SIMPOSIUM INTERNAZIONALE” promosse dall’Accademia di Belle Arti di Łódź, Kaus di Urbino e la Confraternita di San Giovanni. Durante l’inaugurazione Alicja Habisiak-Matczak e Oskar Gorzkiewicz presenteranno le nuove ricerche sulle tecniche calcografiche e litografiche condotte dai docenti dell’Accademia di Belle Arti Strzemiński di Łódź.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione con il Centro Internazionale KAUS di Urbino, iniziata nel 2004, e che ha portato a numerose mostre grafiche in Polonia, Italia, Spagna e Lussemburgo, a partecipazione di docenti e studenti a corsi, simposii e stages individuali di grafica ad Urbino. Il vertice di questa collaborazione è stata l’istituzione a Łódź nel 2013 dei Corsi Estivi Internazionali di Incisione e Arte Tessile (PATA), i cui fondatori e coordinatori sono stati Giuliano Santini, Direttore di KAUS, e Alicja Habisiak-Matczak. Durante le sette edizioni presso i laboratori della Accademia si sono susseguiti alla guida dei corsi stessi alcuni docenti del Dipartimento, come i professori, Sławomir Ćwiek, Dariusz Kaca, Witold Warzywoda e Krzysztof Wawrzyniak insieme a docenti stranieri: Yuji Kobayashi della Tama Art University di Tokyo, José Manuel Guillen Ramon dell'Università Tecnologica di Valencia, Kestutis Vasiliunas dell'Accademia di Belle Arti di Vilnius, l'artista argentina Alicia Candiani, Renata Papista dell’Accademia di Belle Arti di Sarajevo e Marilene Oliver dell’Università Alberta in Edmonton.

La prima esposizione dal titolo “Architettura e paesaggio nello spazio” è dedicata ai docenti dell’Accademia di Belle Arti Strzemiński di Łódź che espongono ognuno una loro opera grafica così da avere un panorama abbastanza preciso di ciò che avviene oggi nel campo dell’incisione artistica di Łódź. Sono opere diverse tra loro, ma ispirate dallo stesso tema dell’esposizione e collegate tra loro con un filo rosso che inizia con i maestri fondatori della scuola Polacca e arriva fino a noi tramite questi artisti che seguendo una tradizione tramandata da maestro a maestro hanno saputo nello stesso tempo innovarsi e mantenere una eccellente qualità artistica . Uno di questi maestri è stato sicuramente Krzysztof Wawrzyniak al quale la mostra dedica un meritato omaggio. É stato un grande protagonista dell’incisione polacca ed ha fin dal suo inizio sostenuto e guidato il „Flash Drawing Tour Urbino” facendo scoprire la bellezza della città ducale a diverse generazioni di studenti.

La seconda mostra dal titolo “VERSO L’ALTO/ guardando Giancarlo De Carlo” è dedicata a Alicja Habisiak-Matczak, una artista affermata in campo internazionale. Attualmente è docente di incisione presso il Dipartimento di Grafica dell’ Accademia di Belle Arti di Łódź e dal 2004 promuove mostre, simposi, corsi e workshops a Urbino e  Łódź coinvolgendo decine e decine di artisti e giovani studenti di accademie.

L’artista presenta per la prima volta al pubblico il suo lavoro ispirato a Giancarlo De Carlo. Un libro d’artista inciso, una raccolta di disegni e una serie di dieci opere che prendono una dimensione tridimensionale proiettate come sono verso l’alto, offrono, nell’insieme, un modo intrigante di osservare gli edifici del grande architetto genovese presenti nella nostra città.

L’artista polacca prosegue in tal modo i suoi originali dialoghi artistici e letterari con l’arte urbinate. Nel 2019 sono state esposte sempre nell’Oratorio S. Giovanni i suoi disegni a carboncino ispirati agli affreschi dei fratelli Salimbeni accompagnati da dialoghi immaginari con i fratelli stessi.

In contemporanea agli studi sul ciclo quattrocentesco, Alicja nelle sue visite urbinati scopriva di volta in volta l’opera architettonica di Giancarlo De Carlo; la Facoltà di Magistero, di Economia e di Giurisprudenza sono state i primi siti da lei visitati e disegnati, per poi approdare a quelle strutture così perfettamente integrate al paesaggio che sono i collegi universitari. Da qui è partito un lungo percorso di studio fatto di disegni e incisioni e culminate con la realizzazione di due edizioni d’arte curate editorialmente da Giuliano Santini. Le mostre saranno aperte fino al 10 ottobre 2022 ad eccezione della terza che si aprirà il 12 ottobre e resterà aperta fino al 10 novembre. Questo ultimo evento ci presenterà i disegni realizzati dai docenti e allievi del Corso di Tecniche Calcografiche dell’Accademia di Belle Arti „Władysław Strzemiński” che hanno partecipato al workshop “Flash Drawing Tour Urbino” che dopo tre anni torna nella nostra città.

Dal 2006 decine e decine di giovani artisti polacchi, guidati da Alicja Habisiak e Giuliano Santini percorrono le strade e i vicoli della nostra città interpretando le nostre architetture e i nostri paesaggi. Le loro interpretazioni grafiche, le osservazioni del paesaggio, dell’architettura e della gente diventano una chiave di lettura della città utile, sia a noi che la abitiamo, sia ai turisti che potranno ammirare le loro opere in questa mostra.

Ogni anno gli allievi, sono invitati a realizzare disegni preparatori alle incisioni che poi saranno realizzate durante l’anno accademico polacco per diventare, in una sorta di staffetta artigianale che va da Urbino a Łódź,  un libro che entrerà a far parte di una collana editoriale artistica che già raccoglie le opere di generazioni di studenti e di docenti in raffinate e prestigiose edizioni d’arte e che vengono presentate al pubblico sia a Urbino che a Łódź.

Info and Services
Tourist offices
Useful numbers
Privacy
Resources
Municipality of Urbino
Marche Region
Social Media
Programma attività 2021/2023
Privacy
menuarrow-down-circle linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram