Festa del Duca 2021

Il programma 2021 della Festa del Duca RAFFAELLO THEATRUM si svolgerà dall'11 al 14 agosto.

Per tutti i dettagli del programma clicca qui

È una data che si è consolidata nel tempo per quello che è considerato l'appuntamento d'eccellenza dell’estate nel Montefeltro. La Festa del Duca, a cura dell’ARS DUCALE di URBINO, sarà realizzata in collaborazione con il Comune di Urbino, con la Galleria Nazionale delle Marche e con l’Accademia Raffaelloper gli studi su Muzio Oddi autore della scenografia Rinascimentale del Giuoco dell’Aita che si farà nel 2022per ragioni di sicurezza. Intanto quest'anno si mostreranno i disegni della tribuna d'onore con immagini 3D, ricavate da"I Gheribizzi" (1609) dell'architetto, ingegnere urbinate Oddi.

Anche quest'anno il grande protagonista della Festa del Duca giunta alla XL edizione, sarà Raffaello

Sanzio in occasione della conclusione delle celebrazioni dei 500 anni della morte del Divin Pittore.

Poi si darà inizio ai festeggiamenti del 600° anniversario della nascita del Duca Federico da Montefeltro,

evento che cadrà nel 2022, a partire dal 7 giugno, per il quale l'ARS in collaborazione con il Comune

di Urbino, effettuerà progetti drammaturgici didattici e performance rievocative innovative dedicate a

Piero della Francesca.

Il programma, nel rispetto delle normative anti Covid, si snoderà negli spazi teatrali architettonici di piazza Duca Federico e piazza Rinascimento senza chiusura del centro storico, ma con prenotazione di un servizio per gli spettacoli a 2.5 € (salvo gli spettacoli per bambini che sono ad ingresso libero)

La proposta teatrale, curata dal direttore artistico prof. Massimo Puliani, è in sintonia con quelle che hanno segnato la storia culturale di Urbino che è stata sede di rappresentazioni firmate dal padre di Raffaello, Giovanni Santi, dal Cardinale Dovizi da Bibbiena e da Baldassarre Castiglione. Ci saranno i progetti in esclusiva o i riallestimenti con attori giovani, ma conosciuti dal grande pubblico: Marco Bocci e Francesco Montanari con il M° Davide Cavuti.

Molto spazio anche agli artisti urbinati, a cominciare dallo straordinario artista Matthias Martelli, alla compagnia dialettale che reciterà “dinanzi allo Illustrissimo Signor Duca”, al nuovo allestimento con una scena finale riscritta daTizianoMancini di “ALBA DIVINA” per la regia di Barbara Spataro. La novità sarà proprio il concerto inaugurale a Palazzo Ducale, quest’anno affidato al coro e musicisti diretto da Paola Fraternale, “Sperimentar Cantando &Pastime Voice Ensemble” che presenterà in prima esecuzione

“Per fuggir d’amor le punte” musiche alla Corte di Urbino al tempo di Raffaello. E il concerto finale dedicato al giovane Raffaello, di Duccio A. Marchi con altri 4 musicisti (far cui il M° Michele Bartolucci) che sarà ibridato con le musiche del Grand Ensemble Obelisco Nero.

Altra novità della Festa del Duca è la sezione multimediale che fa parte di un progetto sostenuto dalla Regione Marche: verranno riproposti alcuni programmi TV, da quello di Alberto Angela a quello di Livio Leonardi, che hanno proposto la figura e la vita di Raffaello che muoveva i primi passi a Urbino prima di diventare il Divin Pittore celebrato a Roma (nelle riprese tv ci saranno anche i figuranti Ars e le immagini del bimbo che anche quest'anno è nel manifesto). Un omaggio a Raffaello sarà riproposto anche attraverso due grandi eventi, quello del 2005 quando Dario Fo fece una lezione multimediale fra pittura e teatro di narrazione, e quello del 2019 quando Vittorio Emiliani raccontò a Palazzo Ducale il "Primo soprintendente della storia".

 

Info e Servizi
Uffici turistici
Numeri Utili
Privacy
Risorse
Comune di Urbino
Regione Marche
Social Media
Programma attività 2021/2023
Privacy
menuarrow-down-circle linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram