Servizio gratuito per il trasporto dei disabilii
Ufficio Turistico Consorzio

Appuntamento con la musica venerdì 17 maggio 2024, alle ore 21.00, al Teatro Sanzio (ingresso libero).   Il programma c’è il concerto del “Francesco  Mancini Zanchi Quartet” che presenterà brani dal disco “In the pocket”  (produzione della casa discografica ONOTAMI). La formazione è composta da Francesco Mancini Zanchi (contrabbasso e basso elettrico); Francesco Marconi (tromba); Daniele Bartoli (chitarra); Stefano Manoni (batteria).   Il disco è in diffusione dalla seconda metà del 2023 e sta ottenendo ottimi riscontri. Si tratta di una produzione jazz ed è ispirato dalle varie esperienze artistiche  dei quattro componenti della formazione musicale.

 

In occasione della Notte dei Musei, sabato 18 maggio 2024, la mostra “Raphael Urbinas” allestita nel palazzo del Collegio Raffaello (Piazza della Repubblica) sarà straordinariamente aperta al pubblico in orario notturno: dalle 21.00 alle 23.00 (ingresso gratuito).    La proposta è un altro tassello che si aggiunge al programma che le varie istituzioni culturali della città hanno messo a punto per il sabato dedicato ai musei.

La Galleria Nazionale delle Marche – Palazzo Ducale farà un’apertura straordinaria dalle 18.15 alle 22.15 (ultimo ingresso alle 21.15) al prezzo di 1 euro. Il Museo Diocesano Albani e l’Oratorio della Grotta faranno una apertura straordinaria dalla 21.00 alle 23.00, al prezzo di ingresso di 2 euro. L’Oratorio di San Giovanni Battista (Via Barocci, 31) sarà aperto straordinariamente dalle 20.00 alle 22.30, con biglietto di ingresso a 1 euro.

La notte dei Musei si colloca nell’ambito della XVI edizione del Grand Tour Musei 2024, coordinata dalla Regione Marche, con la collaborazione della Direzione Regionale Musei Marche e la Fondazione Marche Cultura.

TEATROLTRE, GIOVEDÌ 16 MAGGIO AL TEATRO SANZIO DI URBINO

IL PLURIPREMIATO ASHES DI MUTA IMAGO

 Premio Ubu 2022 “Miglior progetto sonoro”, Premio Ubu 2022 a Marco Cavalcoli come “Migliore attore/performer”, Ashes di Muta Imago giunge giovedì 16 maggio al Teatro Sanzio di Urbino per TeatrOltre, festival ideato e realizzato all’insegna della multidisciplinarietà dall’AMAT con i Comuni del territorio, palcoscenico ampio per le più importanti esperienze dei linguaggi contemporanei realizzato con il contributo di Regione Marche e MiC.

Con la drammaturgia e la regia di Riccardo Fazi Ashes è un seducente racconto sonoro, un concerto per voci e musica eseguita dal vivo, una riflessione sul potere immaginifico del suono e della parola, resa viva dall’azione dei quattro performer Marco CavalcoliIvan GrazianoMonica PisedduArianna Pozzoli, con le musiche originali eseguite dal vivo da Lorenzo Tomio.

Si può viaggiare nel tempo attraverso il suono? Si può costruire un racconto sonoro che prenda forma soltanto nella mente degli/delle spettatori/spettatrici? Ashes è un aleph di suoni che scorrono paralleli, un flusso di attimi che si sovrappongono, si fanno sentire per un istante prima di scomparire. In scena Muta Imago danno vita a un viaggio sonoro immersivo, una riflessione sul potere immaginifico del suono e della parola, sull’importanza dell’ora e sulle sue caratteristiche di impermanenza, così affascinanti e disturbanti allo stesso tempo. Una sequenza di accadimenti si svolge senza soluzione di continuità: brevi frammenti di vite private, compleanni, feste, morti, cadute, uccisioni, animali, alberi di Natale, dinosauri, microbiologia, geologia, tutto quello che passa e non resta, ma che definisce e conferisce un significato preciso alla vita di noi esseri umani. I quattro performer parlano, giocano, urlano, lottano, confessano segreti e fanno dichiarazioni d’amore. Voci che generano dinosauri e lupi, funghi e balenottere, madri, padri, figli e figlie, che solo per un attimo si trovano in quel tempo e in quello spazio, pronti a scomparire con l’evanescenza del fiato che si dissolve. È solo la voce che avvera la presenza, crea mondi, tesse relazioni, genera visioni. In scena pochi elementi fissi, un tappeto, dei microfoni, uno spazio che non cambia mai, mentre il tempo e il suono si muovono in continuazione.

 

Lo spettacolo è realizzato con l’occhio esterno di Claudia Sorace, le luci sono di Maria Elena Fusacchia, produzione Index Muta Imago con il supporto di MiC e con il sostegno di Azienda Speciale Palaexpo Mattatoio nell’ambito del progetto Prender-si cura.

Vendita biglietti: Teatro Sanzio 0722 2281 (il giorno precedente lo spettacolo con orario 11-13 e 16-20), biglietterie circuito AMAT / vivaticket, anche on line. Inizio spettacolo ore 21.

 

 

 

A Urbino giovedì 9 maggio 2024, dalle 21.30 alle 01.00, in Piazza della Repubblica si svolge la Festa dello Studente.  La musica della serata è affidata a Radio Studio Più. Si rinnova questa appuntamento che è ormai entrato nella tradizione della città, per questo periodo dell’anno.

 

A Urbino nuovo appuntamento dedicato agli scrittori contemporanei della città e del territorio.  L’iniziativa è stata creata dall’Amministrazione comunale, nell’ambito dei programmi di “Urbino Città che legge”, in collaborazione con l’Assessorato comunale alle Politiche Educative.  Giovedì 9 maggio 2024, alle 16.30, nella Sala del Maniscalco, si terrà una conversazione sulla scrittura con Elena Garbugli, autrice del romanzo “Corrispondenze”  (Edizioni Helicon).   Prosegue quindi questo programma che di mese in mese vuole presentare al pubblico vari autori, spaziando dalla poesia alla narrativa, andando a toccare anche il noir, il thriller, il romanzo storico, il poliziesco.  

 “Corrispondenze”  è un romanzo di formazione in cui la protagonista, Serena, si ritrova a dover affrontare i problemi di una vita che le sta troppo stretta. Nel tentativo di dare una scossa alla sua vita, in un momento di improvvisa euforia, scrive una lettera a uno sconosciuto con la speranza che questo possa farla fuggire dalla monotonia e dall’insoddisfazione quotidiane. Gli ostacoli della vita e un piccolo mistero da risolvere la porteranno inevitabilmente ad affrontare i suoi demoni e a crescere.

 Elena Garbugli è una traduttrice e adattatrice dialoghista che attualmente lavora come addetta alla logistica in una ditta della provincia di Pesaro e Urbino. Nata e cresciuta nella campagna del Montefeltro, ama la natura e trascorrere il tempo all’aria aperta. È appassionata di lingue, letteratura, viaggi e cinema. Unendo le sue passioni, ha studiato lingue straniere per poi specializzarsi nella traduzione audiovisiva completando un master a Torino e un corso specializzato a Londra, città nelle quali ha vissuto.  Nel tempo libero scrive racconti e poesie.

 

 

L’Acqua come Patrimonio Naturale e Culturale protagonista del VI Italian Youth Forum di AIGU

L’evento culturale organizzato annualmente dall’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO quest’anno si svolgerà a Urbino dal 5 al 7 aprile 2024.  

Il Forum, organizzato dall’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO – ETS (AIGU), in programma a Urbino dal 5 al 7 aprile 2024, si svilupperà intorno al tema dell’Acqua come Patrimonio Naturale e Culturale. Giovani da tutta Italia si riuniranno e confronteranno con rappresentanti istituzionali ed esponenti della società civile per confrontarsi sull’importanza della tutela dell’acqua come sviluppo e conservazione dell’uomo e delle sue società.

Mentre l’edizione 2023 di Torino ci ha portato a riflettere sulle dimensioni della creatività in divenire, in grado di plasmare la città e i cittadini del futuro e sull’importanza delle Città Creative nell’ecosistema

culturale e sociale, con la VI edizione dell’IYF si torna a parlare di Patrimonio concentrando l’attenzione sull’Acqua, intesa come Patrimonio Naturale ma anche Culturale dell’umanità. Il punto di partenza è l’OSS 14 dell’Agenda 2030 dell’ONU, ovvero “conservare e utilizzare in modo sostenibile gli Oceani, i mari e le risorse marine”, e l’OSS 6 ovvero “garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’Acqua”.

Ecco il programma generale: https://aiguofficial.it/forum_aigu/iyf-2024/

 

 

A Urbino nuovo appuntamento dedicato agli scrittori contemporanei della città e del territorio.  L’iniziativa è stata creata dall’Amministrazione comunale, nell’ambito dei programmi di “Urbino Città che legge”, in collaborazione con l’Assessorato comunale alle Politiche Educative.  Martedì  9 aprile 2024, alle 16.30, nella Sala del Maniscalco, sarà  presentato il romanzo   “Agapito”  di Michele Bartolucci (Edizioni Mariù).  L’autore dialogherà con il giornalista Tiziano Mancini. Prosegue il programma che di mese in mese vuole presentare al pubblico vari autori, spaziando dalla poesia alla narrativa, andando a toccare anche il noir, il thriller, il romanzo storico, il poliziesco.  

 Prendendo come spunto un antico documento conservato presso la Biblioteca Apostolica Vaticana in cui si parla di un valente bibliotecario operativo alla corte di Montefeltro nel XV secolo, l’autore ricostruisce, attraverso la sua fervida immaginazione, l’arrivo di Agapito al Palazzo Ducale di Urbino e il suo percorso di integrazione a corte.   Nel corso della narrazione il giovane umanista sarà chiamato a risolvere una serie di prove di conoscenza musicale che lo condurranno verso la meta della sapienza. Una vera e propria caccia al tesoro, fatta di incontri con cortigiani dalle voci e dagli sguardi ambigui; un percorso iniziatico che parte dalle scuderie e si conclude alla sommità del Palazzo al cospetto del misterioso e visionario principe Ottaviano. Sullo sfondo la bellezza delle stanze del celebre palazzo di Urbino descritte con dovizia di particolari. Una narrazione che è anche un pretesto per esaltare i valori del Rinascimento come centro focale di congiunzione tra l’estetica e la sensibilità cristiane e quelle del mondo antico.

Michele Bartolucci è nato e vive a Urbino. Si è diplomato in violino presso il Conservatorio di Musica “G. Rossini” di Pesaro. È laureato in Lettere e Filosofia all’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” dove è bibliotecario dell’Area Umanistica nel Settore Biblioteche d’Ateneo. Come violinista svolge attività concertistica in formazioni orchestrali e da camera in Italia e all’estero. Ha pubblicato diversi saggi di argomento musicologico e la raccolta di racconti “Urbinum musicae”: sette racconti musicali (2006).

 

 

Nei giorni 14 – 15 – 16 giugno 2024 torna il Palio dei Trampoli, che quest’anno arriva alla XXV Edizione

 

Schieti, antico castello chiuso in una muraglia vecchia di secoli, lo si poteva dire crocevia tra Pesaro e Urbino e il Montefeltro. Passaggio obbligato per i fornaciai di calce e mattoni sulla sinistra del fiume, per i solfatari delle miniere sulla destra e per i numerosi carbonai che scendevano a vendere la loro merce sulla costa. Il paese abbracciato da un’ansa del Foglia, era la sosta obbligata per un po’ di ristoro nelle osterie, prima di riprendere il cammino guadando al “Passo dei carbonai”. Questi usavano i trampoli per attraversarlo come del resto i contadini d’oltre fiume, lasciando il caratteristico arnese sotto la loggia del predio di Cà Matteo. I trampoli non restavano inerti, ma nella stagione calda per i ragazzi e per i meno giovani, diventavano strumento di gara da corsa fino al centro del Castello, dando origine ad una festa paesana detta “Palio dei sampp” (Palio dei Trampoli). Il vincitore veniva premiato con una forma di cacio e un fiasco di vino. Dopo la gara, al suono di popolari strumenti, si ballava fino a tarda sera furlana, saltarello, palombina…. Vogliamo riproporre questa gara, quella festa, per respirare anche oggi un po’ d’aria paesana e contadina non inquinata da sofisticati rumori, per rivivere e rinsaldare le radici di famiglia, di paese e di socialità. Un viaggio a ritroso nel tempo per ritrovare insieme odori, sensazioni ed emozioni quasi dimenticate.

Raniero Bartolucci

Ecco il programma e gli aggiornamenti: https://www.paliodeitrampoli.it/

 

URBINO  CAPITALE CON PESARO 2024 CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA –  9 al 15 dicembre 2024

Dal 9 al 15 dicembre 2024 Urbino sarà Capitale con Pesaro 2024 Capitale Italiana della Cultura.  La città di Raffaello sta preparando una settimana piena di iniziative.  Fra queste ci saranno tre appuntamenti a teatro,  nei giorni  9 – 11 – 13 dicembre, con ospiti noti a livello nazionale, per approfondire tre diversi temi, inglobabili nel contenitore BioRinascimento: “Urbino luogo dell’Umanesimo Scientifico”;  “Le grandi sfide dei nostri tempi –  Dialogo fra religioni – Etica del lavoro – Sviluppo economico sostenibile – Famiglia – Impresa”;  “Natura – Cibo – Salute – Benessere”.

Nell’ambito della settimana si terrà anche la seconda edizione di  TE.MA BIO Fest, il festival dedicato all’enogastronomia e alle produzioni tipiche del territorio.

Tante altre sono le iniziative in preparazione. Presto sarà diffuso il programma dettagliato della settimana 9-15 dicembre 2024.

Pasqua a Urbino 2024

Musei aperti, mercatini, attività per i ragazzi e alcune piacevoli sorprese sono state preparate per accogliere chi arriverà in città nel periodo pasquale. Per gli amanti dell’arte le novità 2024 sono due: la nuova mostra permanente “Raphael Urbinas”, al primo piano del Collegio Raffaello (Piazza della Repubblica), dove è stato allestito un percorso che presenta30 riproduzioni in scala 1:1, in 2D, di celebri capolavori di Raffaello. La mostra ha un apparato descrittivo che rende ben fruibile la visita.  L’ingresso è libero. Nel ponte festivo, in Piazza della Repubblica, dalle 21.00 alle 23.30, a cicli di circa 10 minuti l’uno, ci sarà uno spettacolare Videomapping che sarà proiettato sulla facciata del Palazzo Nuovo. Anche in questo caso, con accompagnamento musicale, le proiezioni avranno come protagoniste le opere di Raffaello Sanzio e i riferimenti al Rinascimento Matematico.

 Ricordiamo che nel fine settimana di Pasqua, la Galleria Nazionale delle Marche – Palazzo Ducale sarà visitabile di domenica e lo sarà anche il 1° aprile, per Pasquetta, con un’apertura straordinaria dalle 8,30 alle 19,15. Aperta la Casa natale di Raffaello (09.00 – 12.30 / 15.00 – 18.30) dove fra l’altro sarà è allestita la bella mostra temporanea “Cornelis Cort”, un incisore olandese alla conquista dell’Italia. Gli Oratori di San Giovanni Battista e San Giuseppe sono aperti (10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00), così come il Museo Diocesano Albani e l’Oratorio della Grotta saranno visitabili (10.00 – 13.00 / 14.00 – 18.00).  Nelle Sale del Castellare di Palazzo Ducale è aperta la grande ed esclusiva mostra di opere di Luigi Bartolini (10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30). Aperta anche la Rocca della Fortezza Albornoz: in occasione di Pasqua sarà aperta sabato 30 e domenica 31 marzo, e lunedì 1° aprile dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Nel centro storico la Proloco organizza i mercatini di artigianato, modernariato e antiquariato (30 -31 marzo e 1° aprile). Non mancherà, come detto, la tradizionale “Caccia alle uova” per bambini dai 4 ai 10 anni accompagnati dai genitori, organizzata del Club IDDU, per la mattina del giorno di Pasquetta, nel Collegio Raffaello (Piazza della Repubblica) dalle 10.30 alle 12.00 (iscrizione €5).

Per informazioni: 

0722.324.590  /  info@vieniaurbino.it

0722.2613     /    iat.urbino@regione.marche.it

Info e Servizi
Uffici turistici
Numeri Utili
Privacy
Risorse
Comune di Urbino
Regione Marche
Social Media
Programma attività 2023/2025
Privacy
menuarrow-down-circle linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram